Domande e risposte utili sulla menopausa

1. Cosa è esattamente la la menopausa?

La menopausa è quella fase di via di una donna che segna la fine delle mestruazioni e della produzione di estrogeni, gli ormoni femminili.

Si è in menopausa dopo 12 mesi di mancanza assoluta di mestruazioni.

2. A che età inizia generalmente la menopausa?

La maggior parte delle donne italiane entra in menopausa intorno ai 50 anni.

3. Quali sono i segnali che mi dicono che sto entrando in menopausa?

Possono verificarsi diversi fastidi e disturbi. Tra i più comuni ci sono le vampate di calore, la sudorazione notturna, irritabilità e sbalzi d’umore. Ma anche l’aumento di peso, la difficoltà a dormire bene, il calo del desiderio sessuale (ne parliamo anche più avanti), l’apatia e in casi più gravi anche la depressione.

4. Quanto tempo dura la menopausa?

Più che di menopausa, sarebbe più corretto parlare di diversi tipi di menopausa. Questo per sottolineare il fatto che i tempi sono molto soggettivi, individuali, e cambiano da donna a donna. Per alcune donne i sintomi possono durare qualche anno, per altre l’esperienza di questo passaggio fisiologico invece più durare anche di più, fino a 10 anni.

5. Con quali trattamenti è opportuno “accompagnare” la menopausa?

Il trattamento più noto è la TOS, ovvero la Terapia Ormonale Sostitutiva, poco utilizzata dalle donne italiane. Una terapia che supplisce al calo di produzione naturale di ormoni. Può essere con soli estrogeni o in combinazione con progesterone.

Ma oggi poi in commercio ci sono anche integratori specifici, nutraceutici, ovvero integratori naturali, che sono privi di ormoni e che consentono un trattamento più dolce.

L’importante, e ne abbiamo già parlato in questo blog, è uno stile di vita sano e una dieta bilanciata ed equilibrata, senza dimenticare l’importanza di una attività fisica costante, anche se leggera. Sarà il tuo medico ad aiutarti ad individuare le buone pratiche per meglio affrontare la tua menopausa, anche in base alle tue esigenze specifiche e alla tua storia clinica/familiare. 

6. Quali controlli è suggerito fare in menopausa?

E’ bene, sempre su indicazione del medico, svolgere normali check-up di prevenzione. Da quella cardiovascolare, al monitoraggio della pressione arteriosa. Non deve mai mancare il controllo periodico del peso con misurazione della circonferenza addominale. E ovviamente sono sempre consigliati gli esami del sangue.

Ugualmente importante è la prevenzione per l’osteoporosi, che si fa attraverso l’esame MOC (Mineralometria Ossea Computerizzata). Una specie di TAC che mette in evidenza la perdita di calcio nelle ossa. Questo esame svela il patrimonio minerale dello scheletro ed è utile per capire i rischi dell’osteoporosi.

Infine, la prevenzione oncologica. Importantissima visto che con l’età aumenta il rischio di malattie oncologiche. Sono quindi importanti sia la visita ginecologica, sia Pap-test. La visita deve prevedere anche l’ecografia pelvica e quella transvaginale e la visita senologica con mammografia.

7. La menopausa influisce anche sulla mia vita sessuale?

La qualità della vita si misura anche dalla qualità della vita sessuale. Tra i problemi legati alla sfera sessuale in menopausa, oltre al calo del desiderio, c’è la secchezza vaginale, tra i disturbi intimi più frequenti in menopausa. Ne soffre 1 donna su 2 e si accompagna a irritazioni, prurito, bruciore durante il rapporto sessuale. Si tratta di un disturbo che deriva, anche questo, dal calo di produzione degli ormoni femminili (estrogeni). La secchezza vaginale (Atrofia vulvo vaginale, AVV) si ricollega non solo alle emozioni sessuali e sentimentali, ma anche a tutti gli altri disturbi tipici del climaterio: l’umore, il sonno e anche la linea…

Per tornare a godere dei rapporti sessuali con il compagno, oggi si interviene anche con terapie locali (gel, lavande, etc.). Ma come prima cosa è importante parlane con il proprio ginecologo, che potrà così fornire le giuste informazioni e i rimedi più opportuni per vivere con serenità il piacere della vita di coppia anche dopo i 50 anni!

8. Perché la pelle tende a macchiarsi durante la perimenopausa?

Anche le macchie della pelle sono disturbi della menopausa e sono anch’esse causate dalle fluttuazioni brusche dei livelli di estrogeni nell’organismo.

9. Che cosa è la menopausa “precoce”?

Si parla di menopausa precoce quando questa si verifica prima dei 40 anni. Può essere spontanea oppure chirurgica, se a seguito di interventi chirurgici, come l’asportazione bilaterale delle ovaie, chemioterapia o radioterapia pelvica. I sintomi possono essere simili o talvolta anche più severi rispetto a quelli della menopausa naturale, se si considera l’età in cui si verifica.

10. Oggi la menopausa rappresenta ancora una “fine” sociale?

Le nostre nonne, e in alcuni casi anche le nostre mamme, sono state meno fortunate di noi. Oggi la menopausa è considerata una seconda vita. Una seconda chance. Una seconda occasione per molte. E non più la fine della vita.

A 50 anni siamo di certo più consapevoli. Dopo anni di confusione di ruoli, che erano legati all’attività svolta, non tanto alla nostra persona (figlia, studentessa, moglie, mamma, lavoratrice), oggi sappiamo chi siamo e cosa vogliamo, molto meglio delle nostre mamme. E questo indipendentemente dal nostro ruolo, pubblico o familiare. Non è un caso che sempre più donne raggiungano gli obiettivi (personali o professionali) proprio a 50 anni.

Cristina

(Credits img: http://skds3.vcmedia.vn/2015/6-1424916903986.jpg)