Quando la voglia di scoprire supera la paura di partire da sole, nasce un’esploratrice. Nel corso del tempo ce ne sono state molte, donne che hanno sfidato la cultura prevalente, in un’epoca in cui era impensabile uscire fuori dal ruolo di “moglie-madre”. E le donne di oggi? Di certo godono di qualche vantaggio in più, grazie alle nuove tecnologie (e ai Social)

Sono state tante le donne che nel corso dei secoli hanno aperto la strada all’emancipazione femminile, intraprendendo viaggi che risulterebbero una sfida anche oggi. Lo hanno fatto grazie al loro spirito di avventura e anche ad una bella dose di coraggio!  Val la pena ricordarle, anche perché,  ne siamo certe, c’è un pizzico di loro dentro ciascuna di noi ; )
(che non vediamo l’ora di ripartire, una volta finita questa emergenza sanitaria mondiale per colpa del Virus Corona!).


 – Eanne Baré (1740-1803), esploratrice francese, la sua impresa fu la prima circumnavigazione del globo a bordo di una nave tra il 1766 e il 1769. E visto che in quel periodo le donne non potevano imbarcarsi, pensò bene di travestì da uomo.
 – Annie Smith Peck (1850-1935), di origini americane, fu la più grande alpinista di tutti i tempi. La sua ultima avventura fu a 82 anni quando scalò il Monte Madison nel New Hampshire.
 – Nellie Bly (1864-1922), reporter americana è nota per aver intrapreso da sola il giro del mondo in 72 giorni, attraversando l’Europa

Ma anche donne contemporanee, giovanissime e intraprendenti, come Laura Dekker (classe 1995) che ad oggi è stata la più giovane velista a compiere il giro del mondo da sola.

Viaggiare da sole  – C’è una donna esploratrice dentro ciascuna di noi

Oggi è più facile di una volta, grazie non solo all’indipendenza conquistata, ma anche grazie all’aiuto della tecnologia e un po’ anche dei Social. Vediamo allora qualche utile app, utile per le donne (ma non solo) che vogliono intraprendere un viaggio.

Viaggiare da sole  – APP utili

Ecco allora qualche sito utile per viaggiare in sicurezza. Il nostro consiglio è quello di scaricarle sullo smartphone prima di partire. Il viaggio sarà più sicuro.

  • Unità di Crisi Farnesina – Offre informazioni sui fattori di rischio (guerre, epidemie) su tutti i Paesi del mondo
  • Where Are U – Oltre a chiamare il numero di emergenza europeo, consente di essere geolocalizzati subito, per un pronto intervento
  • Universal Doctor Speaker – 500 frasi su sintomi e malattie, in 17 lingue diverse ed ha il vantaggio di funzionare anche offline

 

Viaggiare da sole  – E i Social? Si adeguano!

Su Facebook, ad esempio, esiste un gruppo “Host a sister” grazie al quale si ha la possibilità di entrare in contatto con chi offre ospitalità alle donne che si mettono in viaggio. Ad oggi conta 100 mila iscritte.

Per approfondimenti sulle donne viaggiatrici

Credits foto

 

Cristina