Noi donne arrivate agli “anta” lo sappiamo bene: in questa fase della vita, vampate, sbalzi d’umore e insonnia possono diventare un vero tormento. In commercio oggi troviamo Remifemin, un integratore per i disturbi della menopausa che può aiutarci davvero.

Con l’arrivo della menopausa, il calo degli estrogeni può causare molti disturbi: vampate di calore, sudorazioni notturne, ansia, sbalzi d’umore, depressione, calo del desiderio. Remifemin può essere una soluzione.

Spesso come prima soluzione per combattere questi sintomi viene proposta la terapia ormonale sostitutiva, mirata a contrastare il cambiamento del profilo ormonale. Questo tipo di terapia farmacologica, però, non è adatta a tutte. Non è indicata, ad esempio, in caso di tumore alla mammella o all’endometrio pregresso, sospetto o accertato. Non può essere assunta in presenza di malattie cardiovascolari e tromboemboliche.

Per fortuna, esistono efficaci alternative alla terapia ormonale sostitutiva.

L’utilizzo di sostanze fitoterapiche (sostanze naturali estratte da piante) può rappresentare una valida soluzione, anche per tutte coloro che preferiscono evitare di assumere la terapia ormonale sostitutiva.

In questo campo, ha mostrato notevoli risultati, in termini di efficacia e sicurezza, l’estratto dal rizoma di Cimicifuga racemosa, commercializzato come prodotto con il nome di Remifemin®.

Remifemin è utilizzato da più di 60 anni in tutto il mondo. Più di 12.000 pazienti ne hanno confermato l’efficacia nel contrastare i sintomi vasomotori e psichici della menopausa.

Cosa rende unico quest’integratore per i disturbi della menopausa?

Ciò che lo differenzia dagli altri prodotti presenti in commercio è il metodo di estrazione delle sostanze attive presenti nel rizoma della pianta e il solvente utilizzato.

Si tratta di una metodica estrattiva coperta da brevetto internazionale e quindi unica. Come solvente per l’estrazione è usato alcool isopropilico 40% (v/v) che viene poi completamente eliminato durante la fase di evaporazione.

Questo metodo permette di ottenere un estratto altamente standardizzato e titolato in glicosidi triterpenici (principi attivi molto efficaci nel contrastare i sintomi vasomotori e psichici) e assolutamente privo di fitoestrogeni.

Il rizoma utilizzato per l’estrazione, infatti, è la parte della pianta più povera di isoflavoni (fitoestrogeni). Ciò rende Remifemin® il prodotto di elezione anche nelle pazienti a cui non può essere prescritta la terapia estrogenica o estro-progestinica per pregressa malattia o familiarità con malattie oncologiche o cardio-vascolari.

Quanto è efficace Remifemin?

Circa 700 autorevoli pubblicazioni nella letteratura internazionale basate su studi clinici e preclinici, studi in vivo e studi in vitro, hanno dimostrato che assumendo la dose consigliata (2 compresse al giorno) il prodotto riduce notevolmente i disturbi vasomotori e psichici.  In particolare:

  • Dopo due mesi di terapia, Remifemin migliora complessivamente la sintomatologia vasomotoria e psichica nell’86% delle donne; nel dettaglio, riduce l’insonnia nel 76,8%, le vampate nell’86,6%, il nervosismo nell’85.6% e le palpitazioni nel 90,4%;
  • Dopo 3 mesi di trattamento, riduce del 69% l’intensità delle vampate severe, del 68% l’intensità della sudorazione profusa severa e del 46% i disturbi d’ansia.

Cristina

Fonte:

Edit-Symposia Ginecologia & Ostetricia 1/2020. Gli studi:

La fitoterapia a supporto della paziente con sindrome climaterica fisiologica o iatrogena

Le pazienti con sindrome climaterica che non vogliono la HRT o non possono beneficiarne devono accettare passivamente i sintomi?