Questa la conclusione di due antropologhe inglesi, che hanno evidenziato la relazione tra la vita sessuale e l’età di ingresso in menopausa. Ma non solo. Anche la conferma che un sano stile di vita può fare la differenza per una menopausa piena di salute

Può il sesso incidere sull’età in cui si entra in menopausa? È la domanda a cui ha cercato di dare una risposta uno studio inglese, che ha analizzato la frequenza dei rapporti sessuali in un gruppo di donne in età fertile. Le conclusioni hanno spinto le due curatrici della ricerca a sostenere che un nesso c’è.

Più sesso, meno menopausa? – Il sesso ritarda la menopausa?

Secondo lo studio pubblicato su Royal Society Open Science, a cura delle antropologhe inglesi, Megan Arnot e Ruth Mace, esiste un rapporto tra l’arrivo della menopausa e l’attività sessuale di una donna.

Questa ipotesi è stata lanciata, visto che si osserva spesso che le donne sposate hanno un’età successiva di menopausa naturale (ANM – Age of Natural Menopause) rispetto alle donne non sposate. Ma il motivo di questa associazione non è noto.

Più sesso, meno menopausa? – Lo studio scientifico

Le studiose inglesi hanno analizzato circa 3.000 donne in due fasi della loro vita:

  • la prima intorno ai 45 anni, e ancora in età fertile, tra il 1996 e il 1997, chiedendo loro le abitudini sessuali
  • la seconda 10 anni dopo, quando la maggior parte del campione era entrata in menopausa

 

Cosa è successo dopo? Hanno messo a confronto il numero l’intensità della vita sessuale delle donne con l’età in cui è comparso il climaterio, nella maggior parte dei casi intorno ai 52 anni.

Più sesso, meno menopausa? – Ecco cosa ne è venuto fuori…

Che più del 50% del campione, riferito agli anni 1996 e 1997, ha raccontato di avere avuto rapporti sessuali con frequenza settimanale, con il marito o altri partner stabili. Ed è proprio questo campione ad aver registrato una probabilità inferiore (-28%) di entrare in menopausa in età precoce. La domanda ora è: Perché?

Se è vero che la menopausa è un’inevitabilità per le donne e non esiste alcun intervento comportamentale che impedisca la cessazione della riproduzione è in ogni caso interessante notare che i tempi della menopausa possono essere adattivi in ​​risposta al comportamento sessuale.

Anche se va chiarito che si tratta di una tesi che ad oggi non ha alcuna conferma da parte di altri studi e che non dimostra un rapporto diretto di causa-effetto tra sesso e menopausa, ma suggerisce un’ipotesi:

“più rapporti si hanno, maggiori sono le probabilità di andare incontro a una maternità, minore sarà il rischio di una menopausa precoce.”

Così Rossella Nappi endocrinologa e sessuologa al Policlinico San Matteo.

Più sesso, meno menopausa? – Fattori di rischio che accorciano i tempi di ingresso in menopausa

Se per questa ipotesi, gli studi sono in ancora corso, sappiamo invece per certo che la menopausa arriva prima in caso di donne fumatrici (almeno 14 sigarette al giorno). È dimostrato, infatti, che un numero elevato di sigarette contribuisce ad anticipare la fine dell’età fertile.

C’è da aggiungere altro? ; )

 

 

Cristina P.