Tra conferme e smentite, la scienza studia i rimedi della nonna, dal miele per il mal di gola alla mela al giorno, per scoprire che i consigli della salute di una volta, non sono da sottovalutare

Colazione da re, pranzo da principi e cena da poverelli. Vecchi detti popolari che trovano un riscontro scientifico nella prevenzione e vari utilizzi per la salvaguardia della nostra salute. Oggi sappiamo per certo che questa abitudine, il mangiare leggero la sera, aiuta il riposo notturno e facilita il ritmo circadiano.

Salute ma anche prevenzione

Tanti i trucchetti della nonna, i medicamenti improvvisati con quelle poche cose che una volta si trovavano in tutte le case: miele, chiodi di garofano, aloe. Sapienza popolare che una volta si usava per far fronte ai piccoli problemi di salute. Tutto condito dal buon senso che deriva anche dalla dieta mediterranea, che prevede anche un uso moderato degli zuccheri e degli alcolici, tanta frutta e verdura, il tutto condito dall’olio EVO, e che oggi è universalmente conosciuta come una dieta della longevità e della salute (così dimostrano se non altro tutte le ricerche effettuate negli ultracentenari).

Trucchetti per gli acciacchi di tutti i giorni

  • Una mela al giorno toglie il medico di torno
    Un detto che si rivela fondato. Ricca di vitamine e fibre, la mela è un concentrato di antiossidanti (polifenoli, soprattutto nella varietà della malannurca). Oggi sappiamo che vantano un potere antinfiammatorio e antitumorale
  • Succo di mirtillo per le vie urinarie
    Un rimedio per le cistiti, ricco di antiossidanti, il succo di mirtillo si rivela come un efficace rimedio per la prevenzione di questo fastidio femminile delle vie urinarie
  • Impacchi di camomilla per i fastidi agli occhi, orzaiolo compreso
    Rimedio che si rivela efficace grazie all’alfa bisabololo, una sostanza che ha un effetto antinfiammatorio antibatterico e lenitivo, e per questo rende la guarigione di questi disturbi degli occhi più rapida
  • Bicarbonato per la salute della bocca
    Era un vecchio consiglio della nonna. A ragione, visto che svolge una efficace azione antisettica e allieva i sintomi. Ancora oggi si rivela un ottimo primo intervento
  • Chiodi di garofano per combattere il mal di denti
    Temutissimo all’epoca, quando le anestesie non erano ancora d’uso comune (men che mai lo studio del dentista, a dirla tutta!) i chiodi di garofano erano di aiuto, perché ricchi di eugenolo, che vanta proprietà analgesiche e anestetizzanti
  • Brodo di pollo per combattere l’influenza
    Il brodo aiuta a reidratare il corpo, se poi a questo si aggiunge del peperoncino (ricco di vitamina C e con potere vasodilatatore) si avrà un aiuto in più per abbassare la febbre
  • Mal di gola? con il miele va meglio

La famosa tazza di latte e miele nel caso di mal di gola e raffreddore, trova una conferma scientifica, visto che il miele è un antibiotico naturale, diventa quindi un prezioso alleato nel caso di infezioni delle vie respiratorie di origine batterica

Rispolveriamo quindi i rimedi frutto della saggezza delle generazioni che ci hanno preceduto, non foss’altro per tornare a stare vicino alle nostre nonne, che ci hanno accudite con così tanto affetto.

Credits immagine

 

Cristina