Anche se sono più longeve rispetto agli uomini, le donne vivono in condizioni di salute peggiori. Cosa si può fare per invecchiare bene?

Le donne italiane sono in media più longeve rispetto agli uomini di quasi 5 anni. L’aspettativa di vita delle donne è di 85,1 anni contro una media maschile di 80,6. Le donne over 65, in Italia, sono 7,5 milioni, gli uomini sono 2 milioni in meno. Anche tra gli ultraottantenni c’è una prevalenza di quote rosa: 2 su 3 sono donne.

Le donne, però, vivono in condizioni di salute peggiori.

Le donne hanno un’aspettativa di vita più alta degli uomini, ma i problemi legati all’invecchiamento cominciano a manifestarsi fin dalla menopausa, anche se si è ancora nel pieno della vita. Il 72% delle over 75 soffre di almeno di due malattie croniche, rispetto al 58% degli uomini. Patologie che inevitabilmente si trasformano in una peggiore condizione di salute e che, in 4 casi su 10, si trasformano in una disabilità grave.

I numeri delle malattie croniche nelle donne

  • Artrosi e artrite colpiscono il 59,4% donne, contro il 38,9% degli uomini.
  • Il 14,6% delle donne soffre di cefalea ed emicrania ricorrente, contro 7,1% degli uomini.
  • L’osteoporosi è quasi a prevalenza femminile: ne soffrono quasi 4 donne su 10 e 8 uomini su 100.
  • Il 16,7% delle donne soffre di ansia e depressione, contro il 9% degli uomini.
  • Meno differenze di genere per Alzheimer e demenze senili: il 5,1% delle donne contro il 3,1% degli uomini.

Cosa bisogna fare per invecchiare bene ?

Invecchiare bene dipende da noi. La durata e la qualità della vita in età avanzata dipendono solo per il 30% da fattori genetici. Dipendono invece per il 70% dallo stile di vita e dall’ambiente in cui si vive (es. inquinamento atmosferico). Lo stile di vita passato e presente determina in buona parte la condizione di salute fisica e psichica in età avanzata. Il modo in cui si trascorre e si è trascorso il tempo è il punto di partenza per costruire una terza ed una quarta età in salute.

Per invecchiare bene occorre seguire uno stile di vita sano, adottando alcuni comportamenti ed evitandone altri.

  • Segui una dieta bilanciata. Consuma in abbondanza frutta, verdura, cereali integrali e proteine magre. La dieta mediterranea aiuta a invecchiare meglio, tenendo a distanza infarto, ictus e morte prematura.
  • Fai attività fisica. Restare attivi è fondamentale per invecchiare bene. L’attività fisica favorisce il mantenimento del tono muscolare, la mobilità delle articolazioni, la coordinazione e l’equilibrio. Ha effetti benefici sul metabolismo, migliora il flusso ematico celebrale, riduce il rischio di malattie cardiovascolari, abbassa i livelli di stress. Si possono ottenere benefici anche con una semplice camminata a passo sostenuto di 30 minuti al giorno, per almeno 3 volte la settimana.
  • Tieni sempre sotto controllo il peso. Il sovrappeso e l’obesità sono alla base di numerose e gravi patologie, tra cui malattie cardiovascolari e tumori.
  • Limita il consumo di alcolici. L’alcol può provocare un danno diretto alle cellule di molti organi, tra i quali fegato e sistema nervoso centrale.
  • Non fumare. Un fumatore ha un rischio 10-20 volte maggiore di contrarre 40 patologie differenti tra cui: osteoporosi, malattie gastrointestinali, cancro ai polmoni, cardiopatia ischemica.
  • Allena il cervello per mantenerlo giovane. La stimolazione cognitiva e la curiosità mantengono in forma memoria e capacità cognitive, contrastano l’invecchiamento mentale e l’insorgere di demenze. Svolgi attività mentalmente stimolanti: leggi un bel libro, fai rebus e cruciverba, fai un corso di lingua, impegnati in attività manuali che presuppongono una sequenza, come prenderti cura di un piccolo orto.
  • Coltiva le relazioni sociali. Amici e parenti possono aiutare a vivere più a lungo. Le relazioni sociali, infatti, fanno parte della lista dei fattori che proteggono dal rischio di ammalarsi. Secondo alcune ricerche, le persone che hanno forti interazioni sociali hanno il 50% di probabilità in più di vivere più a lungo rispetto a quelle con un minor numero di legami.
  • Dormi bene. Alcuni studi hanno evidenziato una correlazione fra l’insonnia e un rischio maggiore di obesità, malattie cardiache e diabete. La mancanza cronica di sonno, inoltre, provoca un’accelerazione nel processo d’invecchiamento del cervello.

Ricorda che per invecchiare bene non è mai troppo tardi!

Siamo sempre in tempo per migliorare il nostro stile di vita e prenderci cura di noi stessi. Sicuramente agire sul proprio stato di salute da giovanissimi porterà a risultati migliori, ma ci si può dedicare alla propria salute, ottenendo buoni risultati, anche a 50, 60 o 70 anni.

 

Elisabetta

 

(Credits immagine: www.goredforwomen.org/know-your-risk/menopause-heart-disease.jpeg)