Aumento di peso in perimenopausa, come contrastarlo?

Dieta bilanciata, nutraceutici a base di fitoestrogeni e attività fisica regolare per contrastare l’aumento di peso in perimenopausa.

Con l’arrivo della perimenopausa, le donne si  trovano ad affrontare, oltre a fastidi come insonnia e vampate di calore, l’aumento di peso, con l’accumulo di adipe su vita e fianchi. Ciò è dovuto al calo degli estrogeni, ormoni che, tra le tante funzioni, hanno quella di regolare il peso e il metabolismo.

Aumento di peso in perimenopausa, come contrastarlo?

L’aumento del peso in perimenopausa è sostanzialmente normale, ma è importante cercare di contrastarlo, poiché un aumento di peso importante (oltre i 4-5 kg nell’arco di 2 anni) può comportare disturbi più seri, come la sindrome metabolica, una patologia che unisce le alterazioni del metabolismo degli zuccheri (insulino-resistenza, prediabete e diabete) e dei grassi (trigliceridi e colesterolo alto), alle malattie cardiache (compresa la pressione alta).
Per contrastare l’aumento di peso è bene seguire una dieta bilanciata, integrandola anche con nutraceutici specifici che contengano fitoestrogeni e praticare un’attività fisica regolare.
Aumento di peso in perimenopausa, l’importanza di una dieta bilanciata

Per contrastare l’aumento di peso è importante seguire un’alimentazione sana. In particolare bisognerebbe:

  • Prediligere cibi freschi e verdura, pieni di vitamine, minerali e fibre;
  • Variare i cibi il più possibile;
  • Limitare alcool e caffeina;
  • Non saltare mai i pasti;
  • Fare sempre una bella colazione;
  • Cenare in maniera leggera e magari non troppo tardi.

L’ideale sarebbe seguire una dieta bilanciata elaborata dal dietologo o dal nutrizionista,  preferibilmente in collaborazione con il ginecologo.

È importante, inoltre, ricordare che la dieta giusta è quella che ci piace e che possiamo quindi seguire senza stress. Avvicinarsi stressati all’idea di iniziare una dieta provoca la resistenza all’insulina, che in questo modo è impossibilitata a regolare il metabolismo degli zuccheri, che si trasformano in grasso e aumentano lo stimolo della fame.

Aumento di peso in perimenopausa,  i nutraceutici a base di fitoestrogeni ti aiutano

Per  contrastare l’aumento di peso in perimenopausa è utile integrare la dieta assumendo fitoestrogeni, sostanze naturali prodotte dal mondo vegetale, che imitano l’azione degli estrogeni.
Un valido aiuto è rappresentato da quercetina e resveratrolo, sostanze che, soprattutto se utilizzati in sinergia, arginano il rischio di aumento di peso e facilitano il ritmo del metabolismo. La quercetina appartiene alla famiglia dei flavonoidi ed è un antiossidante naturale presente in diversi alimenti, come mele e mirtilli.
Il resveratrolo è un polifenolo presente in natura nelle mele, nei mirtilli, nelle fragole, nei lamponi, nell’uva, ma anche nei pistacchi. Ritenuto uno degli antiossidanti per eccellenza, è efficace nella riduzione del colesterolo cattivo (LDL), e nel controllo sul metabolismo.

Aumento di peso in perimenopausa, quale attività fisica svolgere?

Scegliete una bella camminata veloce, a passo sostenuto e a giorni alterni, per non meno di 30 minuti (il tempo necessario al corpo per iniziare a produrre le endorfine, morfine naturali che ci regaleranno un senso generale di benessere), ma anche nuoto, bicicletta, ballo. Il segreto di un’attività fisica capace di produrre risultati è quella che unisce movimento e divertimento!

 

Cristina P.

 

(Fonte immagine: http://www.bilanciapesapersone.eu/wp-content/uploads/Bilancia-pesapersone-migliore.jpg)