Assertività – Come imparare a dire “no” e ad esprimere le nostre idee.

L’assertività è la capacità di esprimere le proprie idee con sicurezza.

Essere persone assertive significa sapere esprimere la propria opinione e il proprio punto di vista senza temere il giudizio altrui. Ciò permette di evitare due atteggiamenti opposti e sbagliati: l’atteggiamento passivo, che spinge a rimanere in silenzio subendo le decisioni degli altri, e quello aggressivo,  che porta ad essere prepotenti e minare le relazioni.

Assertività vuol dire avere fiducia in noi stessi.

Vuol dire perseguire con sicurezza i nostri obiettivi, senza rischiare di offendere o intaccare il rapporto con gli altri. La persona assertiva sa esprimere approvazione e stima agli altri ma è anche in grado di chiedere loro di cambiare atteggiamento quando sono fuori luogo o offensivi.

L’assertività crea un senso di soddisfazione interiore e ci aiuta a vivere meglio.

Nell’ambito della coppia, ad esempio, aiuta a gestire i conflitti e a migliorare il dialogo. Se siamo persone assertive non subiamo passivamente le decisioni del partner. O non cerchiamo, al contrario, di imporre la nostra volontà con un atteggiamento aggressivo. L’assertività previene gli scatti di rabbia improvvisi e le scenate, tipici di coloro che trattengono troppo le proprie opinioni e i propri sentimenti. Al contrario, perette di esprimere con chiarezza noi stesse e le nostre necessità senza negare quelle del nostro partner. Ciò migliora anche i nostri rapporti di amicizia.

Anche nell’ambito lavorativo l’assertività ci aiuta.

Quante volte ci è capitato di trovarci in difficoltà con i colleghi di lavoro? Di non riuscire ad esprimere il nostro punto di vista? O, al contrario, di utilizzare l’aggressività o l’arroganza come armi di difesa?  L’assertività nel luogo di lavoro ci permette di migliorare il rapporto con tutte le persone con cui ci relazioniamo: colleghi, superiori e clienti. Ci permette di esprimere le nostre idee evitando gli eccessi, come irruenza e arroganza e allo stesso momento immobilità e passività.

Assertività, come impararla?

Possiamo imparare ad essere assertivi in maniera graduale. Esistono anche molti corsi online o in aula per imparare ad esprimere se stessi al meglio. Possiamo però partire da alcuni esercizi.

  • Iniziamo ad esprimerci sempre in prima persona, assumendoci la responsabilità di quello che affermiamo, senza usare frasi generiche come “si pensa” o “si dice”.
  • Cerchiamo di evitare frasi del tipo “Non è normale che tu faccia così” per esprimere disaccordo.
  • Impariamo ad usare frasi di supporto e apertura, come “Che ne pensi?” o “Tu come la vedi?” .
  • Esprimiamoci utilizzando frasi cooperative che includono il “Noi” e che coinvolgono, come “Facciamo” o “Proviamo”.
  • Impariamo a muovere critiche relative ai comportamenti o a episodi già accaduti, ma mai relativi alla persona a possibili comportamenti futuri.

Assertività, ecco un esempio delle frasi da dire e quelle da evitare.

A lavoro.

Frase non assertiva: “Guarda, non è per rimproverarti…solo che, …è la quarta volta che ti dico di finire quel progetto…se però non puoi dimmelo e lo faccio io, ok?” ( atteggiamento passivo)

Frase assertiva: “Vorrei che questo lavoro fosse pronto per il giorno stabilito. Mi fido della tua competenza.”

In coppia

Frase non assertiva: “Non è normale il tuo atteggiamento. La tua presa di posizione è inaccettabile”. (atteggiamento aggressivo)

Frase assertiva: “Capisco il tuo punto di vista, ma io ho un’altra idea”.

Elisabetta

(Credits immagine)