Archivi Mensili

Aprile 2020

Ok al caffè, ma quanto al dì?

Ok al caffè, ma quanto al dì?

La caffeina è l’alleata dei lavoratori notturni (diminuisce la sensazione di sonnolenza), degli studenti (aumenta la lucidità e la risposta mentale) ed anche dei fumatori (il profumo ed il sapore del caffè fanno saltare tanti buoni propositi…). Parliamo di una sostanza naturale, che da sola è capace di sollecitare il sistema nervoso centrale (anche troppo, per persone come me), tenere a bada la stanchezza e sveglio il cervello. Sappiamo che è presente anche nel tè e nel cacao, ma sappiamo quanti caffè possiamo prendere al giorno senza il rischio di passare dai benefici ai danni?

Cos’è la caffeina?

È un alcaloide (sic!) che noi italiani amiamo assumere soprattutto con il caffè (in Irlanda e Regno Unito tramite il tè). Anche i bambini “ne fanno uso”, ma loro sono più fortunati (la assumono tramite il cioccolato…. E poi ci sono gli altri, tra questi i giovanissimi, che la prendono con le bevande energetiche (quelle che ti mettono le ali…). Un po’ tutti ne facciamo uso per le stesse ragioni: fare la ricarica. E sì, perché la caffeina stimola la veglia e la risposta mentale. E tutto questo in tempi veloci (ca. 15-30 minuti dopo l’assunzione) e con un effetto garantito per alcune ore. Niente male per una sostanza “naturale”… 😉

Continue Reading

Che fai se non puoi uscire di casa?

Che fai se non si puoi uscire di casa?

Questa quarantena impone a tutti noi di rimanere a casa. Di uscire solo in caso di necessità (per fare la spesa, ad esempio). E tutti i nostri viaggi, i fine settimana fuori città devono essere spostati. Ma è impensabile rinunciare allo svago e alla cultura. Allora ecco che la Rete ci viene in soccorso.  

Se oltre all’espresso, anche a voi manca la cultura!

A chi manca l’espresso, a chi l’estetista, a chi il parrucchiere. C’è chi inizia a dare segni di cedimento lontano dall’aperitivo, dal centro storico e dagli amici. Tra questi, ci sono anche io. E, come se non bastasse, mi manca l’Italia. Tutta. No, non quella Unita, ma quella divisa: quella con le variegate forme di pasta e i coloriti dialetti. Quella con i suoi campanili e le sue piazze, con i profumati mercati di frutta e verdura, con le bancarelle di souvenir accanto ai portoni di ingresso dei Musei archeologici.

Continue Reading

Che ti leggi in quarantena?

Che ti leggi in quarantena?

Qui nella redazione di MenopausaPiù amiamo i libri. Scattata la quarantena abbiamo preso la palla al balzo ed abbiamo messo su un piccolo circolo della lettura: Che ti leggi? lo abbiamo chiamato. All’inizio per qualcuna di noi  leggere risultava difficile. Poi per fortuna è passato ed il libro è tornato nostro amico. Ecco qui di seguito la nostra esperienza di lettura (se volete, scriveteci della vostra!)

Cristina

Ho riletto (con occhi diversi dalla prima volta) un libro interamente dedicato all’influenza spagnola (1918. L’influenza spagnola: La pandemia che cambiò il mondo). Un libro ricostruisce la pandemia da un punto di vista non solo scientifico, ma anche storico, economico e culturale. E si finisce per riflettere su quanto un evento così totale, sia riuscito a cambiare il mondo, anche in meglio per alcuni aspetti (l’assistenza sanitaria universale nasce proprio dopo la Spagnola).

Poi ho cambiato genere e dai virus sono passata ai microbi ; ) Ed è per questo che mi sono letta (forse sarebbe più corretto dire “divorata”) un libro ed illuminante: Contengo moltitudini: I microbi dentro di noi e una visione più grande della vita. Consigliatissimo!

 Continue Reading