Noduli alla tiroide

La tiroide produce i due ormoni, si tratta di una importante ghiandola, posta appena sotto la laringe. 
I noduli tiroidei sono masse solide o piene di liquido che si formano all’interno della ghiandola; gran parte dei noduli non è grave ma può esserlo una piccola percentuale, indicativa della presenza di un cancro tiroideo. 
Spesso il nodulo viene scoperto in maniera casuale, durante un esame medico di controllo, mentre altri possono apparire abbastanza grossi da essere visibili a occhio nudo tanto da ostacolare il respiro o  la deglutizione.
Si ricorre all’ ecografia della tiroide per effettuare una diagnosi precoce dei noduli.

Noduli alla tiroide: cosa fare?

La prevalenza dei noduli tiroidei aumenta con l’avanzare dell’età. Sono più frequenti nelle donne e nelle aree a carenza di iodio, anche nei soggetti sottoposti ad irradiazione tiroidea.
Tramite la palpazione, è possibile rilevare fino al 20% dei noduli, mentre la valutazione ecografica mostra una prevalenza che può arrivare a superare il 60%. L’ampia variabilità tra le diverse percentuali dipende dall’età della popolazione esaminata, dall’area geografica di provenienza, dal tenore di iodio dell’area di appartenenza della popolazione in esame.

Una volta ottenuta la diagnosi, il medico decide come i noduli devono essere trattati, ad esempio, si può procedere all’Agoaspirato tiroideo per selezionare i noduli da operare subito (noduli con i caratteri della malignità) oppure quelli che devono essere seguiti nel tempo con ecografie regolari.

Cosa bisogna fare se i noduli sono maligni?

Se i noduli sono maligni, si procederà con la chirurgia, ovvero, con l’asportazione totale della tiroide (tiroidectomia totale).
 Con TSH basso, dimensioni sopra il centimetro, il medico potrà decidere di eseguire anche una Scintigrafia tiroidea che aiuta ad eliminare i casi di iperfunzione tiroidea (ipertiroidismo) che vengono trattati con cure mediche.
E’ importante sottolineare che oggi si ricorre sempre più spesso all’utilizzo delle tecniche mini-invasive, questo perché la chirurgia tiroidea ha fatto dei passi avanti dal momento che è in crescita il numero dei pazienti affetti da patologia tiroidea e sempre più attenzione è rivolta alla diagnosi precoce.

 

Katia

 

(Credits immagine: http://www.24orenews.it/images/2015_6/tiroide.jpg)