Guida all’uso degli integratori

Nel 2013 l’aspettativa di vita degli italiani era di 82,9 anni in media. 85,2 anni per le italiane. Una bella notizia davvero, con delle conseguenze però.

Il paradosso della longevità

Perché vivere più a lungo non vuol dire vivere anche meglio. Questo progressivo invecchiamento della popolazione, infatti, comporta la comparsa di malattie cronico-degenerative con cui dobbiamo fare sempre più spesso i conti. Il problema è che il nostro organismo, il nostro corpo, non è progettato per vivere così a lungo e se non ci credete provate a chiede ad una donna Neandertaliana.

Ma forse non c’è bisogno, visto che si tratta di un problema che riguarda da vicino molte donne italiane e visto che l’aspettativa di vita in buona salute per le italiane non supera i 65 anni. Valore questo tra i più bassi d’Europa (OECD. Health at a Glance 2015: OECD Indicators, OECD Publishing, Paris.

Ecco allora che entrano in gioco gli integratori

Che cosa sono gli integratori? Sono una fonte concentrata di nutrienti o altre sostanze con effetto nutritivo (ad esempio vitamine, minerali, etc) o fisiologico (ad esempio estratti vegetali). Vengono commercializzati in forme predosate e cioè pianificati per essere assunti in piccole quantità misurate che ne garantiscono sicurezza e corretto utilizzo.

Gli integratori aiutano a tenere sotto controllo quei fattori di rischio delle patologie più diffuse. Ma non chiamateli solo integratori. È più corretto il termine di nutraceutici. Da “nutraceutica” una scienza così denominata dalla fusione dei vocaboli “nutrizione” e “farmaceutica”. Parliamo di prodotti che si sono dimostrati efficaci nel promuovere e mantenere una condizione di benessere, nel modulare il sistema immunitario e nel prevenire o trattare malattie specifiche.

N.B. Consigliamo di verificarne sempre la presenza all’interno dell’elenco ufficiale redatto dal nostro Ministero della Salute, nell’Elenco degli integratori alimentari.

A cosa fanno bene? Al cuore, al cervello, in generale ci aiutano ad invecchiare bene.

Ecco qualche esempio.

Gli integratori aiutano il cuore

Le malattie cardiovascolari sono patologie purtroppo frequenti (prima causa di morte negli uomini e nelle donne), specie nell’età avanzata. Per prevenirle è necessario controllare i fattori di rischio (fumo, alcol, vita sedentaria, cattiva alimentazione, obesità, diabete).

Gli studi hanno documentano l’importanza della colesterolemia legata alle lipoproteine a bassa densità (LDL) nel determinare il rischio di eventi coronarici come l’infarto di cuore.

Gli integratori aiutano il cervello

Il cervello è l’organo del corpo che invecchia più velocemente. Negli ultimi anni le patologie neurodegenerative stanno aumentando in maniera esponenziale. Attività fisica, controllo dei fattori di rischio cardio-vascolari, continuo “allenamento” mentale e dieta corretta riducono il rischio di deficit cognitivi e demenza durante l’invecchiamento.

Gli integratori importanti per la salute delle donne

Nella vita di una donna vi sono diversi periodi in cui il cambiamento fisiologico è particolarmente delicato. È necessario allora prestare una specifica attenzione a soddisfare le sue necessità nutrizionali, in modo da mantenere una condizione di benessere generale.

Per esempio, durante il climaterio, vengono indicati integratori come fitoestrogeni di differente origine vegetale, calcio, vitamina D, agnocasto, iperico, etc. Tutti elementi che possono contribuire ad attenuare non solo i sintomi della menopausa, ma anche quelli della sindrome premestruale (facciamolo sapere anche alle nostre figlie!).

Gli integratori ci aiutano ad invecchiare bene

L’invecchiamento non è solo un processo naturale. Può essere accelerato da diversi fattori, come l’inquinamento atmosferico, una alimentazione sbagliata. Per non parlare del fumo, dello stress e della sedentarietà.

Oltre all’aiuto che possiamo ricavare dagli integratori, va tenuto conto di una serie di accortezze che vanno dallo stile di vita e alle sante abitudini alimentari, capaci di contribuire non poco a mantenere un sano invecchiamento fisiologico.

Hai qualche dubbio? Scarica l’app Integratori!

Fonte:

  • Review scientifica sull’integrazione alimentare: Stato dell’arte alla luce delle evidenza scientifiche (Giugno 2016) – a cura di Integratori Italia– AIIPA – Associazione Italiane Industrie Prodotti Alimentari
  • Opuscolo L’uso corretto degli integratori – a cura di Unione Nazionale Consumatori
  • Ministero della SaluteElenco degli integratori alimentari (dal sito del Ministero della Salute –
  • integratoriebenessere.it

 

Cristina