Che ne dici di pranzare con il gelato?

Siamo arrivati a novembre e tutto vorremo, tranne dimenticare le piacevoli vacanze che si sono concluse troppo presto. Come si fa a continuare a portare con sé quei panorami, quei profumi, quelle risate con gli amici?

Uno dei trucchetti è quello di continuare a seguire le piacevoli abitudini vacanziere. Più movimento, più libri, più cibo sano… A proposito: chi ci vieta di mangiare il gelato a pranzo anche a vacanze finite?

Sempre più italiani lo considerano un alimento destagionalizzato, ovvero adatto per tutte le stagioni. A ragione, considerato che è ricco di proprietà benefiche, soprattutto per noi donne (si pensi alla presenza di calcio). E poi il gelato è ideale se vogliamo (dobbiamo?) tenere sotto controllo il peso e soprattutto se non abbiamo tanta voglia di cucinare.

E allora ecco che ci viene in soccorso il gelato!

Il gelato, uno dei cibi più amati nel nostro Paese!

La nostra non è solo una facile espressione. Gli ultimi dati della Confartigianato parlano chiaro: la spesa annua delle famiglie per l’acquisto di gelato (in tutte le sue forme, artigianale o confezionato) si aggira intorno ai 2 milioni di euro.

Pare che ne consumiamo circa 12 kili all’anno. A testa! (ne hanno parlato anche le nostre amiche di VediamociChiara).

Ma è davvero un buon modo per tenere a bada il peso?

Beh, dipende dai gusti. Ovvero dai gusti che scegliete di mangiare. Il contenuto calorico di una porzione di gelato da 100 grammi può variare dalle 120 alle 400 calorie. I gelati alle creme, ad esempio, sono più calorici di quelli alla frutta.

Ma accanto al gelato, anche l’immagine di bel un prato in fiore mi regala il profumo delle vacanze. E allora penso a Femal che mi ricorda la natura e l’estate per la sua ricca composizione di pollini di fiori svedesi.

Femal, un integratore senza ormoni

Capace di apportare un miglioramento significativo nei disturbi principali della menopausa (controllo dell’appetito, miglioramento del ciclo sonnoveglia, compensazione degli stati di stanchezza, equilibrio del tono dell’umore e riduzione delle vampate di calore).

Ma non solo, si è tenuto conto anche di eventuali intolleranze o allergie, per questo gli involucri di Femal sono allergenici, può quindi essere somministrato anche in donne allergiche al polline.

Inoltre Femal non contiene glutine e non contiene lattosio.

(Fonte: https://www.femal.eu/gelato-proprieta-menopausa/)

 

Katia

 

(Credits foto)