Browsing Category

È bene sapere

Osteoporosi, un rischio che si tiene a bada con la prevenzione

Osteoporosi, un rischio che si tiene a bada con la prevenzione

Se le nostre ossa sono in salute, molto dipende da noi. Ecco come arginare il rischio, soprattutto femminile, perché in quanto donne siamo “destinate” a soffrirne di più rispetto agli uomini (l’osteoporosi colpisce “solo” un uomo su quattro donne)

Un ridotto apporto in latte e prodotti caseari nella infanzia e nella adolescenza si associa ad un maggiore rischio di fratture nella età adulta. Per questo l’osteoporosi è stata definita come una “malattia pediatrica che si manifesta in età matura”. Questo per sottolineare quanto sia importante il valore di una sana ed equilibrata alimentazione, in tutti gli anni della vita. A maggior ragione gli anni dello sviluppo, che sono anche gli anni dello sviluppo e della formazione della massa scheletrica (il picco di massa ossea può essere conseguito soltanto entro i primi trenta anni di vita).

Continue Reading

Tumore al seno. Uniti si vince!

Tumore al seno

Il portale EuropaDonna che affianca le donne che affrontano il tumore al seno, si rinnova, grazie ad una squadra di medici e specialisti e alla potenza delle nuove tecnologie

Europa Donna Italia, fondata nel 1994 a Milano su intuizione dell’oncologo Umberto Veronesi e iniziativa della European School of Oncology, è un’associazione di promozione sociale, indipendente e senza scopo di lucro, presente in 47 Paesi. Il suo obiettivo è quello di rispondere efficacemente alle esigenze delle donne prima, durante e dopo la malattia.

Continue Reading

Frattura del femore? Un rischio sottovalutato

Dei 100.000 casi all’anno, 8 su 10 interessano le donne. Una vera piaga per il sistema sanitario nazionale, anche considerando che si tratta di numeri destinati a crescere, così come l’età media degli italiani…

Nel 2017 in Italia si sono verificate circa 560.000 fratture da fragilità. Fratture che mandano a terra, letteralmente, anche il nostro sistema sanitario nazionale (9,4 miliardi di euro sono imputabili a questa voce). Vista l’età media e la longevità degli italiani, si tratta di numeri che non possono far altro che crescere…

Continue Reading